Sabato al Barletta a riveder le stelle. Ma anche il sole

15 marzo 2012 – Cernusco in Folio

Si è “rifatto il trucco” grazie a una speciale vernice anti-vandalismi ed è pronto per regalare una nuova stagione ricca di eventi per chi non può fare a meno di avere la testa fra le nuvole. Da segnare sull’agenda l’appuntamento del prossimo sabato 17 marzo all’Osservatorio astronomico Gabriele Barletta di Cascina Villa, lungo il naviglio. In programma c’è un pomeriggio molto particolare, in cui non saranno protagonisti solo i telescopi che verranno puntati sul sole, ma anche una barca a vela targata Emergency che farà bella mostra di sé nell’area verde accanto all’osservatorio con tanto di skipper al seguito.
Cosa c’entra con le stelle lo spiega Marco Perego, storico presidente dell’Associazione Cernuschese Astrofili: «L’evento è stato organizzato in collaborazione con la Bluna, azienda specializzata in vernici di Roma che gratuitamente la scorsa estate si è occupata di ridipingere la cupola con una speciale pittura anti-writer utilizzata anche nel campo nella nautica. Ecco spiegata la presenza della barca a vela che arriverà a Cernusco per l’occasione». Non un veliero qualsiasi, ma quello utilizzato dall’associazione di Gino Strada per il progetto “Una vela per Emergency” che ha partecipato alla regata in solitario dell’Oceano Atlantico.

Un’associazione, quella degli Astrofili Cernuschesi, che dal 1988 è attiva sul territorio per regalare a piccoli e grandi la possibilità di osservare un po’ più da vicino lo spazio ìnfinito, «All’inizio eravamo un guppo di ragazzi appassionati di stelle, poi siamo cresciuti e ci siamo organizzati fino ad arrivare oggi a contare oltre 40 soci» continua Perego. «Dal 2004 la nostra sede è l’osservatorio del parco, dove ci ritroviamo una volta alla settimana per coltivare la nostra passione». Molte anche le trasferte nelle scuole della città e della Martesana, in cui gli Astrofili portano i loro strumenti (ultimo arrivato in sede è proprio un telescopio trasportabile che viene utilizzato con gli studenti per osservare il sole di giorno e le stelle una volta che cala il buio) cercando di trasferire ai ragazzi questa loro affascinante passione. Oltre a rimpinguare un poco le casse del gruppo che generalmente si autofinanzia, per coprire tutte le spese e
aggiornare i costosi macchinari, grazie ai soli contributi dei soci, «Non c’è bisogno di essere degli esperti per far parte del nostro gruppo» spiega il presidente. «Tra noi ci sono sì fisici e ingegneri, ma anche pasticceri e pensionati.
Solo una cosa è indispensabile: aver voglia di tenere la testa tra le nuvole».
C.G.

[box title=”AAA Cercasi donne astrofile” color=”#ffba00″]Astronomia, passione maschia
Troppi maschietti con il naso all‘insù. L’Associazione Astrofili Cernuschesi è alla ricerca di rappresentanti del gentil sesso per variegare la squadra. Sembra che la passione per le stelle sia più una cosa da uomini, vista l’assenza di donne nel gruppo che gestisce l’Osservatorio astronomico civico di Cernusco. «E’ un dispiacere perché le donne ci completano nella vita lavorativa come in quella di coppia, quindi sarebbe bello averne anche qui, per tenerci a bada» dice sorridendo il presidente Marco Perego. «Scherzi a parte, in passato hanno fatto parte del gruppo alcune signore e il loro contributo è sempre stato più che positivo. Ci farebbe quindi piacere se ci fossero cernuschesi interessate a unirsi all’associazione».
Per info: www.astrofilicernusco.org[/box]